SCOPPIA LA SINDROME DA CELLULARE TRA GLI STUDENTI

L’ansia da competizione si sposta dai libri agli zaini griffati e ai cellulari

ROMA – Ansia da rientro tra i banchi per i più piccoli. Ma quest’anno, i timori maggiori hanno poco a che vedere con compiti in classe o insegnanti severi. Ciò che stressa di più i bambini, sin dalle elementari, è un vera e propria ansia da competizione: la paura, cioè, di non essere alla pari con gli altri studenti quanto a telefonini o zaini griffati. E scoppia la ‘sindrome da cellulare’. È quanto emerge da una ricerca condotta da medici che hanno intervistato 600 bambini in tutta Italia alla vigilia del fatidico rientro in classe.

La competizione

spietata tra gli studenti dunque, più che su voti e compiti, si concentra oggi sui beni di lusso, affermano i curatori dell’indagine. Primo fra tutti il cellulare (per il 25% degli intervistati): è gara, infatti, per aggiudicarsi la suoneria più bella e originale o il modello più all’avanguardia. Una competizione che in molti ragazzi provoca veri e propri stati d’ansia e somatizzazioni di vario genere. Non solo tecnologia però: la sfida si concentra anche sugli zaini e per il 19% dei ragazzini delle scuole elementari e medie la vecchia cartella diventa un simbolo di rivalità tra compagni. Tra gli altri oggetti divenuti uno status-symbol non mancano i videogiochi (16%), il diario griffato (15%) e l’astuccio più dotato di penne colorate e gomme profumate (12%).

Una corsa ai beni di consumo

che, rileva la ricerca, genera preoccupazione e un rifiuto di tornare tra i banchi di scuola che accomuna il 41% dei ragazzi intervistati. Non a caso, le paure di cui parlano i bambini sono proprio legate al fatto di non possedere l’ultimo modello di cellulare (26%), lo zaino pubblicizzato in Tv (23%) o le scarpe da ginnastica alla moda (19%). Si sta insomma verificando tra molti ragazzi, affermano gli esperti, una sorta di sintomatizzazione di massa di quest’ansia da competizione, che si è spostata dai libri al guardaroba e agli accessori. I sintomi della nuova ‘sindrome da cellulare’? Attacchi d’ansia (24%), mal di pancia (21%), mal di testa (17%), bruciore agli occhi (14%) e nausea (11%).

INIZIO PAGINA