NUOVA CURA CONTRO STERILITA’ DA CHEMIO

La salvezza per gli uomini sottoposti a cure antitumorali sarebbe l’autotrapianto di cellule germinali

ROMA – La sterilità maschile causata dalle cure antitumorali potrebbe presto non essere più un problema.

Gli effetti devastati di chemio e radioterapia sulla fertilità potrebbero infatti essere annullati con l’autotrapianto delle cellule germinali, cioè delle cellule progenitrici degli spermatozoi.

È quanto emerge da uno studio presentato nell’ambito del «Seminologia e Biologia Molecolare del Gamete Maschile» in corso all’Università di Roma La Sapienza. «La tecnica – ha spiegato Andrea Lenzi, patologo clinico all’ateneo romano – è stata sperimentata con successo sui topi di laboratorio». In pratica si prelevano le cellule germinali dai testicoli prima della terapia oncologica, si congelano fino alla guarigione del paziente per poi essere rimpiantate al momento in cui si desidera un figlio. La metodica, spiegano gli esperti, tecnicamente perfettamente riuscita nelle cavie, è simile a quella dell’autotrapianto di midollo osseo per i leucemici ma sono necessari ancora alcuni studi per accertare la non alterazione del patrimonio genetico durante il congelamento e il successivo autotrapianto del seme. Solo allora si potrà passare ai test sull’uomo.

Tra le altre novità presentate al corso vi è lo stato delle applicazioni diagnostiche della biologia molecolare del gamete maschile. «Lo studio della struttura degli spermatozoi – ha sottolineato Lenzi – è fondamentale per valutare la capacità fecondante o gli eventuali danni riproduttivi sul feto, sia che si utilizzi la fecondazione naturale che quella assistita». Purtroppo, sottolineano gli esperti, l’uomo spesso arriva tardi dall’andrologo perché in Italia manca la cultura delle prevenzione e sull’argomento ci sono ancora molti tabù e tanta vergogna. Eppure, basterebbero poche visite durante la pubertà per limitare il numero dei casi d’infertilità maschile, oggi ritenuta responsabile del 50% delle sterilità di coppia.

INIZIO PAGINA